Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa PDF

Amatigota.it Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa Image
DESCRIZIONE
Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa PDF. Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa ePUB. Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa MOBI. Il libro è stato scritto il 2017. Cerca un libro di Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa su amatigota.it.
Trieste, agli inizi del Novecento, era un caso singolare: una città di immigrati arrivati per la maggioranza dalle regioni contermini, il Goriziano e la Carniola, l'Istria, la Dalmazia e il Regno d'Italia. La storiografia indica per i regnicoli un dato che oscilla fra le 38.000 e le 50.000 presenze allo scoppio della Grande Guerra, su una popolazione di 243.000 abitanti. Erano facchini e operai, impiegati, caffettieri, osti, camerieri, molti i sarti e i barbieri; marinai, capitani e armatori, ma anche tipografi e giornalisti, proprietari di opifici, negozianti, agenti di commercio, di cambio, banchieri e possidenti. La componente più numerosa proveniva da Friuli, Carnia, Cadore e Veneto; significativi gli arrivi da Venezia e Chioggia, dall'Emilia e dalla Romagna, in particolare da Modena, Ferrara, Ravenna, Rimini, e dalla costa marchigiana, Pesaro, Senigallia e Ancona; molti gli arrivi dalla Puglia costiera e dalle Murge; inoltre dalla Calabria, dallo stretto di Messina, da Catania e Castellammare; pochi gli arrivi da Liguria, Piemonte, Lombardia; sporadici da Toscana e Campania. Uomini, donne, e intere famiglie che avevano scelto di emigrare per necessità, spinti da migliori opportunità economiche o per ragioni politiche. Ci sono fra i regnicoli garibaldini e mazziniani, socialisti e anarchici, ma la maggioranza resterà estranea alla politica e agli scontri nazionali. L'Europa fino alla fine dell'Ottocento è la prima destinazione della grande emigrazione italiana post-unitaria, e l'Impero austro-ungarico è la seconda meta. Da Trieste, inoltre, si salpava per le Americhe. Prefazione di Cristina Giudici.
INFORMAZIONE

NOME DEL FILE: Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa.pdf

DIMENSIONE: 6,43 MB

AUTORE: Marina Silvestri

DATA: 2017

SCARICARE LEGGI ONLINE

Numerosa era la presenza di donne e bambini "regnicoli" ai primi del Novecento, così come numerosi erano i matrimoni misti. Titolo: "Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa."

Martedì 12 dicembre alle 18 nella libreria Vitanova (viale Gramsci 19, Napoli) presentazione del saggio "Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa" di Marina Silvestri, giornalista Rai e scrittrice (I Leggeri edizioni*****).

I Viceré
La rivoluzione di Wikipedia
Il genio sonico. La scoperta incredibile che lega ogni opera di Leonardo, ad un codice divino
La fine dell'era americana. Politica estera americana e geopolitica nel ventunesimo secolo
Intervento sociale e azione educativa. Margherita Zoebelli nell'Italia del secondo dopoguerra
Non chiudere gli occhi
I pirati del cielo
Hoepli test. Esercizi di medicina e chirurgia in lingua inglese (IMAT)
Separati in patria. Nord contro Sud: perché l'Italia è sempre più divisa
Il nipote del Negus. Audiolibro. 5 CD Audio
L' orco di Montorto
Un uomo disponibile
Moutain bike nel Marganai. 19 itinerari nel più vasto massiccio montuoso della Sardegna meridionale
La Madonna del Bellini
Intervista alla felicità
I numeri e le 4 operazioni con la LIM. Attività per il riconoscimento di quantità e l'automatizzazione del calcolo
L' olivo scrigno di salute. Le straordinarie proprietà dell'olio d'oliva e dei prodotti dell'olio
Le tre Ave Maria. Una chiave per andare in Paradiso
Le sante dei miracoli
La vicevita. Treni e viaggi in treno